Amici Del Judo

Il 17 Aprile 1977 si è costituita a Milano l’Associazione Amici del judo – Judo Lombardia con lo scopo di riunire persone che si propongono di agire nel Judo e per il Judo,sia attraverso l’attività, l’inquadramento e l’organizzazione dei propri associati, sia attraverso la propaganda, la diffusione e il perfezionamento della disciplina judoistica e anche , infine promuovendo la costituzione di una associazione nazionale Amici del Judo,che si articoli attraverso strutture regionali similari.L’associazione è apartitica, antirazzista, aconfessionale e non persegue scopi di lucro.

Butokukai

L’Associazione Amici del Judo è riconosciuta in Giappone dalla Dai Nippon Butokukai Honbu di Kyoto dal 1995, associazione governativa per lo sviluppo tradizionale, filosofico e culturale delle Arti Marziali Giapponesi, presieduta dalla famiglia imperiale. La Dai Nippon Butokukai riconosce l’attività tecnica, culturale e sociale svolta dagli Amici del Judo e ne afferma la validità rilasciando Diplomi di Grado e Qualifica. Le richieste devono essere fatte presso la segreteria e avallate dal Maestro Alfredo Vismara prima di essere inoltrate alla Dai Nippon Butokukai. Di seguito potete trovare una sintesi della storia di questa antica Associazione fondata per preservare nel tempo la tradizione e la cultura della Arti Marziali Tradizionali in Giappone. Nel 1895 fu istituito a Kyoto il Dai Nippon Butoku Kai con il patrocinio di Sua Altezza Reale l’Imperatore Meiji e sotto l’autorità del Ministero dell’Educazione: la prima organizzazione ufficiale di arti marziali approvata dal Governo giapponese per salvaguardare e promuovere l’eredità ed il valore del Budo. Il Butokuden, un edificio dell’8° secolo di Kyoto, fu considerato il simbolo ed il centro di pratica di tutte le arti marziali nella storia del Giappone. Dopo la II Guerra Mondiale, nel 1953, il Dai Nippon Butoku Kai fu ricostituito ed al giorno d’oggi ha come scopi la conservazione della cultura marziale classica, la promozione della pace ed armonia a livello internazionale ed il progresso dell’Umanità per mezzo dello studio e della pratica delle discipline marziali tradizionali. Il Presidente (Sosai) è Sua Altezza Reale, Higashi Fushimi, Jigo, emerito primo abate del tempio Shorenin di Kyoto; Egli è un fratello della defunta Imperatrice Kotaigo, moglie dell’Imperatore Hirohito Vice Presidente (Fuku Sosai) è Suo figlio, Higashi Fushimi, Jiko, cugino dell’Imperatore Akihito e Monsu del Tempio Shorenin. Attualmente, Hanshi Tsujino è il Presidente del Consiglio Direttivo del DNBK Honbu a Kyoto e dirige la parte amministrativa dell’organizzazione, mentre Hanshi Nakada Takeo e Hanshi Kuwahara Takemichi sono i Vice Presidenti Nel 1992, sotto le direttive del Consiglio dell’Honbu fu istituita la Divisione Internazionale per coordinare le attività marziali al di fuori del Giappone; la Divisione Internazionale è diretta dalla qualificata leadership di Hanshi Tesshin Hamada. Nel 1972, Hanshi Kumai Kazuhiko, incaricato dall’Honbu, aprì in Italia un ufficio di rappresentanza per collegare ed associare gli studenti italiani di arti marziali al Dai Nippon Butoku Kai, Honbu di Kyoto. Nel 2002 Hanshi Kumai fu riconosciuto dall’Honbu capo della sezione italiana del Dai Nippon Butokukai. Infine, nel 2004 è stata ufficialmente costituita l’Associazione Dai Nippon Butokukai Italia Shibu che intende promuovere sul territorio italiano la conoscenza della cultura tradizionale giapponese attraverso lo studio e la pratica delle antiche e moderne arti marziali e per mezzo di scambi culturali tra Italia e Giappone. Nella riunione straordinaria del 27 Ottobre 2007, il Consiglio Direttivo dell’Honbu ha emanato uno specifico memorandum che riconosce allo Shibu Italia la piena autonomia gestionale ed operativa, nel quadro del trentennale rapporto con il Dai Nippon Butokukai.